Menu
Carrello

Fagiolo Tondino del Purgatorio di Gradoli g.400

Fagiolo Tondino del Purgatorio di Gradoli g.400
Nuovo
Fagiolo Tondino del Purgatorio di Gradoli g.400
Il Fagiolo Tondino del Purgatorio è un prodotto tipico della zona dell'Alta Tuscia Viterbese, famoso per la sua caratteristica di non dovere essere messo in ammollo o ammollato per soltanto una oretta. L'area di coltivazione del Fagiolo del purgatorio di Gradoli è limitata alla sola zona caratterizzata da terreni di origine vulcanica.
Allergeni
Nello stabilimento si lavorano prodotti a base di cereali contenenti glutine.
Ingredienti
Fagioli secchi
€4,99
Imponibile: €4,80
Questo prodotto ha una quantità minima ordinabile di 4


La nostra Azienda Agricola Perle della Tuscia opera in uno dei territori più belli d’Italia, l’Alta Tuscia Viterbese. Coltiviamo i nostri prodotti nei terreni intorno al Lago di Bolsena, riducendo al minimo l’uso di sostanze chimiche. Uno degli obbiettivi della nostra Azienda Agricola è la difesa della Biodiversità e il sostegno all’economia locale. La qualità dei nostri prodotti è il risultato del “saper fare” della nostra Famiglia. I nostri legumi vengono coltivati in campo aperto nel territorio dell’Alta Tuscia Viterbese. Dopo la raccolta vengono sterilizzati ad una temperatura di -30°C senza ricorrere all’uso di sostanze chimiche. Seguiamo un attento e scrupoloso disciplinare interno per garantire un costante ed elevato standard qualitativo. Tutti i nostri legumi, prima del confezionamento in Atmosfera Protetta (ATP), vengono selezionati a mano: questo antico gesto richiede tempo. Il Fagiolo Tondino del Purgatorio è un prodotto tipico della zona dell'Alta Tuscia Viterbese, famoso per la sua caratteristica di non dovere essere messo in ammollo o ammollato per soltanto una oretta. L'area di coltivazione del Fagiolo del purgatorio di Gradoli è limitata alla sola zona caratterizzata da terreni di origine vulcanica, dei territori dei comuni di Gradoli, Grotte di Castro, Latera, Onano, San Lorenzo Nuovo e Valentano, e la parte sud del fiume Paglia del comune di Acquapendente. La coltivazione del Fagiolo Tondino del Purgatorio (detto anche "Fagiolo di Gradoli o Gradolese") ha radici molto profonde nella storia del paese: fin dal 1600, in occasione del mercoledì delle Ceneri, viene organizzato nel Comune di Gradoli, il "Pranzo del Purgatorio" il cui piatto principe è il fagiolo, servito accompagnato da riso in brodo e zuppe di pesce di lago. La tradizione ha origine alla fine del XVI secolo quando la Fratellanza del Purgatorio che allora si chiamava Opera Pia per il Suffragio delle anime del Purgatorio, iniziò con l'organizzare questo evento per raccogliere fondi e altri beni di sostentamento per le sue attività di soccorso alle famiglie in difficoltà. 

Scrivi una recensione

Accedere o registrarsi per recensire